logo-laminarie-big

03 Giugno 2019

Simona Bertozzi | Compagnia Nexus - ILINX - don’t stop the dance

Posted in GLI ANNI INCAUTI, RESIDENZE CREATIVE, 2019, DOM, LAMINARIE, SPETTACOLI

Residenza creativa e prova aperta

10 - 12 giugno
Residenza creativa per ILINX - don’t stop the dance
Nuova creazione di Simona Bertozzi | Nexus
in debutto alla Biennale Danza di Venezia il 23 Giugno 2019

12 giugno ore 21.00
ILINX - don’t stop the dance (prova aperta esito di residenza creativa)
con Simona Bertozzi ed Egle Sommacal

La coreografa e performer Simona Bertozzi in residenza creativa a DOM la cupola del Pilastro. Una prova aperta in anteprima, esito residenza creativa di ILINX - don’t stop the dance, la nuova creazione in debutto alla Biennale Danza di Venezia il 23 Giugno 2019

 

Foto Bertozzi

L’appuntamento conclusivo de GLI ANNI INCAUTI è con Simona Bertozzi | Compagnia Nexus.
La coreografa sarà l’ospite della seconda e ultima residenza creativa a DOM la cupola del Pilastro che si terrà dal 10 al 12 giugno.
Mercoledì 12 giugno alle ore 21.00 si assisterà alla prova aperta di ILINX - don’t stop the dance, la nuova creazione in debutto alla Biennale Danza di Venezia il 23 Giugno 2019.
Progetto di Simona Bertozzi e Marcello Briguglio con le musiche dal vivo di Egle Sommacal.
L’artista riprende lo studio della prima azione coreografica ilinx presentata nell’ambito del progetto Homo Ludens (2009-2012) creato intorno alle quattro categorie ludiche di Roger Caillois descritte nell’antologia I giochi e gli uomini. Il sociologo francese individua nell’ilinx la categoria nella quale il gioco, oltre a essere individuale, viene contraddistinto dalla presenza di un elemento esterno che ne altera i sensi, fuori dal controllo: la “vertigine”. Il gioco infatti è caratterizzato dalla ricerca del brivido e viene paragonato al luna park. A DOM la cupola del Pilastro si potrà assistere alla prova aperta in cui la partitura coreografica darà vita al senso di “vuoto allo stomaco” nel quale il gesto diventa pertanto il veicolo portante di questa condizione totalmente individuale e singolare, in continua tensione verso l’ebrezza.
Afferma la coreografa: «A distanza di dieci anni, l’occasione di riprendere il lavoro mi ha permesso non solo di sostare su elementi immaginifici, visivi e sonori di allora per comprenderne una possibile ri-attualizzazione ma, soprattutto, ha dispiegato un’inedita riflessione sulla solitudine del performer e del suo universo ludico.»

La prenotazione è obbligatoria, i posti sono limitati.
***

Progetto Simona Bertozzi, Marcello Briguglio
Ideazione e danza Simona Bertozzi
Musica eseguita dal vivo Egle Sommacal
Luci e set spazio Simone Fini
Costumi Katia Kuo
Organizzazione e Promozione Beatrice Capitani
Ufficio Stampa Michele Pascarella
Produzione Nexus 2019 per Biennale Danza Venezia
Con il contributo di Mibac e Regione Emilia Romagna
Residenze creative H(ABITA)T – Rete di Spazi per la Danza/Mousiké
Si ringrazia Laminarie per il supporto e l'uso degli spazi di DOM la cupola del Pilastro

Simona Bertozzi
Si forma tra Italia, Francia, Spagna, Belgio, Inghilterra e completa gli studi universitari al Dams di Bologna. Come danzatrice lavora tra gli altri con Tòmas Aragay (Cia Societat Doctor Alonso) e Virgilio Sieni.
Dal 2005 conduce un percorso autoriale di ricerca e creazione e nel 2008 da inizio all’attività di Nexus|Compagnia Simona Bertozzi con cui ottiene numerosi premi e riconoscimenti in ambito nazionale e internazionale. Nei suoi lavori il linguaggio del corpo risente della compenetrazione di pratiche, pensieri e discipline che fanno dell’atto creativo un sistema multiforme e volto a misurarsi con la contemporaneità. Tra i progetti più recenti emergono: il Prometeo, composto da sei episodi coreografici tra cui And it burns, burns, burns finalista ai Premi UBU 2017 come Miglior Spettacolo di Danza, Anatomia creato con Francesco Giomi (Tempo Reale Firenze) e Enrico Pitozzi (Università di Bologna) e Joie de Vivre coprodotto da ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, Fondazione Teatro Comunale di Modena e Nexus. Dal 2014 le sue creazioni si sono rivolte anche a giovani interpreti coinvolgendo bambini e adolescenti. Parallelamente all’attività di creazione si occupa di percorsi di alta formazione e collabora con ricercatori e studiosi di arti performative. Ha condotto laboratori presso il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università degli Studi di Bologna e l’Accademia Nazionale di Danza di Roma.

Gli ANNI INCAUTI è un progetto di LAMINARIE
realizzato con il contributo di: Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna – Assessorato Cultura, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna.
Con il sostegno del Quartiere San Donato-San Vitale

INFO
ILINX - don’t stop the dance (prova aperta, ingresso gratuito)
Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – T 0516242160

Aggiornamenti al programma: domlacupoladelpilastro.it - laminarie.it
La mostra MIDOLLO tra le vertebre del Corviale e del Pilastro sarà visitabile dal 30 marzo al 31 luglio
Come consuetudine di DOM ad ogni appuntamento sarà offerto un piccolo rinfresco
DOM la cupola del Pilastro è in via Panzini 1/1 - Bologna
DOM si raggiunge con l'autobus n.20 dal centro storico di Bologna. Direzione Pilastro, fermata Panzini. Effettua corse notturne.