logo-laminarie-big

24 Marzo 2016

DADA: CENTO DI QUESTI GIORNI

Posted in DOM, INCONTRI PUBBLICI

INCONTRI DEL MARTEDI' | 5 APRILE H 18

DADA: CENTO DI QUESTI GIORNI

Incontro pubblico nel centenario nella nascita del movimento dadaista
Partecipano gli storici dell’arte Elio Grazioli e Fabiola Naldi

Il programma di DOM Levare e battere, curato da Laminarie da febbraio ad aprile 2016 prevede un ricco calendario di incontri pubblici, una modalità di avvicinamento delle opere al pubblico per la quale DOM si è contraddistinto fin dalla sua apertura nel 2009.

E’ infatti nel mese di aprile che si sviluppa la parte della rassegna dedicata in modo particolare agli incontri: ogni settimana un appuntamento di martedì sera con un momento di riflessione che invita cittadini, pubblico, intellettuali, studiosi, operatori della città a raccogliersi assieme attorno a tematiche che connettono esperienze e linguaggi artistici diversi.

Si inizia il 5 aprile alle ore 18 con Cento di questi giorni, appuntamento ormai consolidato nel calendario di DOM, un momento di incontro per celebrare un centenario particolarmente significativo.

Quest’anno è dedicato al movimento Dadaista, nato a Zurigo nel 1916 con l’intenzione di rompere gli schemi artistici allora dominanti rifiutando ogni approccio razionalistico, e che proprio per la sua vocazione radicale riuscì a promuovere una vastissima sperimentazione in tutti i campi della produzione estetica, compresi il cinema, la danza e la fotografia. Il dadaismo pose le premesse non solo del surrealismo, che più direttamente ne raccolse l’eredità, ma anche di molte forme espressive e movimenti, che si svilupparono dopo la Seconda guerra mondiale, dalla musica di John Cage al Living Theatre.

Ospiti della serata sono gli storici dell’arte Elio Grazioli, già direttore di Flash Art e docente di Storia dell’arte a Bergamo, e Fabiola Naldi, studiosa e curatrice d’arte contemporanea.

INFO:

Ingresso libero. Per informazioni: Laminarie T 051.6242160 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.