logo-laminarie-big

30 Settembre 2015

Alì

Posted in DOM, LAMINARIE, PILASTRO, SPETTACOLI, 2015

2 OTTOBRE 2015 H. 21 | performance di Laminarie

Alì

Performance liberamente tratta da Accattone e Alì dagli occhi azzurri di Pier Paolo Pasolini
Nell'ambito di "Più moderno di ogni moderno. Pasolini a Bologna"

Il progetto, ideato dalla compagnia Laminarie, si realizza nel rione Pilastro di Bologna, luogo che rimanda a molte delle suggestioni contenute nell'opera pasoliniana.

Laminarie prosegue dunque l'indagine su Pasolini, iniziata già lo scorso maggio con l'incontro Stile e Verità, approfondimento sull'opera del poeta condotto dal critico letterario Alfonso Berardinelli.

La performance intende valorizzare un particolare spazio, connesso a una comunità molto radicata al Pilastro, quello della palestra di boxe, che fin dagli anni Novanta conta la partecipazione di molti ragazzi del Quartiere.

Laminarie metterà in relazione alcuni lottatori di boxe, i cui movimenti costituiscono a tutti gli effetti una danza, con l'opera di Pasolini e in particolare con fotogrammi dai film “Accattone” e “Appunti per un'Orestiade Africana” e tracce dal testo “Alì dagli occhi azzurri”.

A DOM sarà allestito un ring per una riunione ufficiale di boxe, si potrà quindi assistere a 5 combattimenti e si realizzerà un'installazione visiva per mettere in dialogo i lottatori di boxe con immagini filmiche e con alcuni brani della Passione secondo Matteo di Bach.


Alì fa parte di "Più moderno di ogni moderno. Pasolini a Bologna", progetto speciale promosso da Comune di Bologna e Fondazione Cineteca di Bologna – nell'ambito delle iniziative Pasolini 1975/2015, riconosciute dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e in Playground cantiere metropolitano sulla danza.


un progetto di Laminarie
condiviso con PLAYGROUND cantiere metropolitano sulla danza 
Laminarie | Gender Bender | Danza Urbana
in collaborazione con Palestra di Boxe “A.D.S. Le Torri” del Pilastro.
realizzato con il contributo di Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ingresso: 7 euro
Prenotazione consigliata

T 051.6242160 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.